Mostra Sommario / Indice / Ricerca

Panoramica di Secure Shell

Le connessioni Secure Shell possono essere configurate opportunamente quando sono richieste comunicazioni crittografate protette tra un host affidabile e il PC attraverso una rete non protetta. Le connessioni Secure Shell garantiscono l'autenticazione sia dell'utente client che del computer host e la crittografia di tutti i dati. Le password non vengono mai inviate attraverso la rete in un formato di testo in chiaro come accade invece quando si utilizza Telnet, FTP o rlogin.

Standard di crittografia

La crittografia protegge la riservatezza dei dati in transito. La protezione viene realizzata crittografando i dati mediante una chiave segreta e la crittografia prima di inviarli. I dati ricevuti devono essere decrittografati utilizzando la stessa chiave e la stessa crittografia. La crittografia utilizzata per una determinata sessione è la crittografia di livello più elevato nell'ordine di preferenza del client e supportata anche dal server. È possibile utilizzare la scheda Crittografia della finestra di dialogo Impostazioni Reflection Secure Shell per specificare quale cifratura deve essere adottata nella connessione Secure Shell.

Attachmate Reflection 2011 supporta i seguenti standard di crittografia dei dati:

  • DES (56 bit)
  • Arcfour (40 o 128 bit)
  • TripleDES (168 bit)
  • Cast (128 bit)
  • Blowfish (128 bit)
  • AES (noto anche come Rijndael) (128, 192 o 256 bit)

Argomenti correlati

Connessione con l'uso di Secure Shell

Connessione con Secure Shell (Client FTP)

File di configurazione di Secure Shell

Nozioni su Secure Shell