Personalizzazione dell'installazione di Extra!

Extra! viene installato utilizzando il servizio Microsoft Windows Installer (msiexec.exe) che utilizza file MSI personalizzabili per definire l'installazione. Questo significa che è possibile modificare facoltativamente l'installazione utilizzando l'Installazione guidata personalizzata per distribuire le funzioni e le impostazioni richieste dall'ambiente aziendale.

Utilizzare l'Installazione guidata personalizzata per eseguire una delle seguenti operazioni:

  • Aggiunge o rimuovere funzionalità, ad esempio la crittografia delle macro

  • Includere file di sessione e di impostazioni

  • Automatizzare l'input dell'utente

  • Specificare una lingua

  • Disattivare le impostazioni di produttività

  • Attivare la misurazione dell'utilizzo

  • Attivare la gestione degli ID

È possibile salvare le modifiche in un nuovo file MSI oppure in un file MSI esistente. Se Extra! viene installato dalla riga di comando, viene creato anche un file di trasformazione (MST):

msiexec -i nuovo.msi TRANSFORMS=nome file.mst /qb

Se si utilizza uno strumento diverso da Installazione guidata personalizzata per trasformare i file MSI di Extra!, vedere Proprietà nel file MSI di Extra!.

Per personalizzare un file MSI

  1. Dalla cartella Tools sul DVD del prodotto o nei file eDelivery, fare doppio clic su CustomInstallationWizard.exe.

  2. Digitare un percorso o cercare un file MSI, quindi fare clic su Next (Avanti). Il file MSI predefinito, utilizzato per la maggior parte delle installazioni, si trova in /Extra!/ATMEE9x.MSI.

  3. Specificare se si sta creando un nuovo file MST o se si utilizza un file esistente, specificare il nome del file, quindi fare clic su Next (Avanti). Il file MST contiene tutte le modifiche al file MSI, compresi file aggiuntivi e informazioni sui file e viene applicato al file MSI durante l'installazione.

  4. Utilizzare le schermate successive per personalizzare l'installazione:

    • Per personalizzare la cartella dei dati dell'utente (schermata 5), selezionare un'opzione di directory o selezionare User Defined Directory e digitare il percorso.

    • Per personalizzare le funzioni (schermata 6), fare clic sull'icona del disco rigido accanto al nome della funzione o al nome del gruppo di funzioni.

  5. Per attivare la gestione degli ID o la misurazione (schermata 7), procedere come segue:

    • Immettere l'URL per Gestione ID nella casella, come nell'esempio seguente:

    http[s]://<nome_server>[:porta]/idm

    dove idm fa distinzione tra maiuscole e minuscole, mentre questo non accade per nome_server. Se si utilizzano le porte predefinite (80 per http e 443 per https), non è necessario specificare i due punti (:) e il numero della porta. Chiedere al proprio amministratore di sistema di fornire l'URL del server di gestione ID.

    • In Ottieni l'ID utilizzando, selezionare solo gli attributi richiesti dal server. Se si seleziona Nome pool, immettere il nome del pool ID.

  6. Per includere dei file nell'installazione (schermata 10), fare clic su Add e fornire le informazioni sui file (tipo di host, lingua e così via). Selezionare quindi il file che è appena stato aggiunto e fare clic su Add to Image per aggiungerlo manualmente all'immagine dell'installazione.

  7. Per includere la crittografia delle macro (schermata 12), selezionare Encrypt macros. Per ulteriori informazioni, vedere Crittografa macro.

  8. Per specificare i valori predefiniti di produttività (schermata 14), selezionare le funzioni da abilitare. Per applicare queste impostazioni alle impostazioni esistenti, selezionare Set Defaults for Migrated Sessions. In caso contrario le sessioni migrate verranno avviate con tutte le funzionalità di produzione abilitate.

  9. Specificare un nuovo nome file per salvare il file MSI. Per mantenere il nome file, salvare il file in un'altra directory.