Guida introduttiva EXTRA! X-treme

Nozioni fondamentali Installazione Torna alla pagina iniziale

Novità in EXTRA! X-treme

Questa versione di EXTRA! X-treme include molti miglioramenti, tra cui:

Certificazione Microsoft Windows Vista

La certificazione Microsoft Windows Vista garantisce che EXTRA! X-treme fornisca maggiore sicurezza, compatibilità con le piattaforme di prossima generazione (comprese quelle a 64 bit), maggiore facilità di installazione e migliore stabilità dell'applicazione.

Client Reflection Secure FTP

Il modulo crittografico incluso con il client Reflection Secure FTP e fornito con EXTRA! X-treme soddisfa i rigidi requisiti di sicurezza FIPS 140-2, consentendo di crittografare i trasferimenti dei file utilizzando lo standard di settore SSL/TLS o i protocolli SSH.

Autenticazione della tastiera Interattiva SSH

L'autenticazione della tastiera interattiva SSH consente all'amministratore di implementare i requisiti di sicurezza più rigidi per le sessioni host VT evitando che l'utente salvi le password sul computer e chiedendogli di immettere una password quando tenta di connettersi a un host UNIX.

Funzione di applicazione Telnet predefinita

Ora è possibile rendere EXTRA! il browser predefinito per le applicazioni Telnet.

Opzione di ripristino automatico tastiera

Quando è selezionata questa opzione, se si digita inavvertitamente in un campo protetto, viene eseguito un ripristino automatico della tastiera, si passa a un campo non protetto, quindi viene immesso il testo.

Attivazione del riquadro produttività

Utilizzare la tastiera per passare da una sessione EXTRA! al riquadro produttività.

Funzione A capo automatico

Per le sessioni 3270 è possibile scegliere di consentire la funzionalità di ritorno a capo automatico all'interno di un campo con più righe.

Funzioni EHLLAPI

Sono state implementate le seguenti funzioni EHLLAPI:

  80 Notifica di avvio delle comunicazioni
  81 Evento di comunicazione query
  82 Notifica di arresto delle comunicazioni
  Per ulteriori informazioni su EHLLAPI, fare riferimento alla documentazione IBM SDK.
  Attachmate